mercoledì 16 gennaio 2008

Quello che internet non dice..


Siamo ormai così assuefatti al corto circuito mi serve una informazione - vado su internet che letteralmente caschiamo dal pero e proviamo fastidio quando questa informazione non la si riesce a reperire nel giro di un click o due.
Ecco quello che mi è capitato ieri:
Stavo cercando il contatto di un fisioterapista a cui mi ero rivolto anni addietro per un problema muscolare che prontamente si è ripresentato in questi giorni.
Le informazioni di cui disponevo erano: -il cognome -l'ultima volta che ero andato da lui lavorava in un saletta di una palestra di cui ricordavo il nome e l'indirizzo. Quindi dati piuttosto dettagliati.
Per prima cosa cerco "cognome+fisioterapia" su google sperando in un sito web o su un rimbalzo da qualche lista di fisioterapisti. Niente da fare. Allora provo a cercare "fisioterapisti+genova" e mi scorro le liste delle pagine gialle e utili ed altre ma niente.
Sposto quindi la mia attenzione alla palestra che essendo una delle più importanti del mediolevante avrà sicuramente un bel portalone web (ce lo avevano quelle un po' scalcinate dove andavo io). Niente, solo qualche raro link negli elenchi delle palestre.
A questo punto mi sono ricordato anche il nome di questa persona ed ho provato a cercarlo come "nome+cognome" intrecciando con altre info come il nome della palestra, la via della palestra tutte le permutazioni possibili di massaggiatore e fisioterapista totalizzando un bello zero.
Fino a che non ho fatto una ricerca su google con "nome cognome" cioè cercando la coppia di parole come stringa.
E' saltato fuori un articolo di un sito tifosi della fiore che rimbalzava una news in cui si parlava di questo fisioterapista per essere stato in grado di rimettere in forma Bobo Vieri e Cassano. Per fortuna uno di questi siti che riportavano la news aggiungeva che lo studio era sito in via xxxx.
Ulteriori notizie non sono riuscito ad ottenere e quindi per arrivare dall'ambito professionista ho dovuto prendere lo scooter e battere la via palazzo per pallazzo alla ricerca del suo studio.

Due sono le morali:
-Se non sei su internet puoi anche esistere ma corri il rischio che nessuno se ne accorga.
-Siamo oramai dipendenti dalla rete ed applichiamo ad essa le stesse pretese che applichiamo a persone o cose fisiche che ci circondano.

1 commento:

Lupin ha detto...

Le due morali non fanno una piega! Quanto odio non trovare risultati su internet! Caxxo, non dico un sito creato da un webmaster professionista ma almeno uno spazietto free è necessario al giorno d'oggi! Molti non capiscono l'impatto pubblicitario che ne deriva....mortacci loro.