lunedì 30 luglio 2007

lo strano caso del dottor Jekyll e del signor Hyde (R. L. Stevenson)


Ogni tanto è il caso di concedersi un classico, questo pensavo quando ho acquistato questo libro.
Solitamente il mio approccio ai classici è più quello del curioso che dell'interessato per cui sono sempre un po' prevenuto temendo un invecchiamento del contenuto tale da svigorirne l'interesse.
Mai come in questo caso mi sono dovuto ricredere, l'autore mi ha rapito con sè, nelle atmosfere nebbiose di londra sin dalle prime pagine.
La trama del libro è dipanata secondo uno scorrere lineare ma non scontato e la successione delle vedute è molto ben strutturata e coinvolgente. Mentre ci si avvicina al cuore della storia anche il punto di vista si avvicina a quello dei personaggi maggiormente coinvolti.
La storia è arcinota anche se devo dire che, come sempre accade in questi casi, quello che si sa o si ricorda si distacca invero un po' da quello che è nel libro.
Oltre al piano narrativo questo racconto (breve e scorrevole) può e deve essere meditato sul piano psicologico perchè ci porta a riflettere sulla dualità umana non tanto e non solo fra bene e male ma anche fra impulso e ragione.
Davvero lo consiglio.

bar sport (Stefano Benni)

Con questo libro Benni ci permette di fare un tuffo nell'italia provincialotta di tre decenni fa, quella delle gite in pullman, delle serate a giocare a tresette al bar, dei primi flipper e delle afose estati senza aria condizionata.
Non c'è una storia vera e propria ma piuttosto una raccolta di ironici episodi e prototipi umani che hanno come punto di riferimento centrale il bar Sport. La mancanza di una trama a cui attenersi scrupolosamente libera i freni alla fantasia dell'autore che in alcuni punti si supera, specialmente nelle sue numerose enumerazioni (i gatti da bar, le attrazioni da bar, i tipi di ciclisti ecc..).
Mi permetto di consigliare questo libro a quanti sono disposti a passare un paio di pomeriggi estivi sorridendo di quello che siamo stati e siano capaci di concedere un po' di spazio alla malinconia di quell'italia più ingenua ma anche più umana (che io da bambino ho solo sfiorato).


venerdì 27 luglio 2007

simpson trini

Non senza una certa ironia vi propongo questa mia autocaricatura realizzata grazie ad uno dei tanti simpson maker che si trovano in rete. Da notarsi il baffo spellacchiato che solo i veri intenditori capiranno.

mercoledì 25 luglio 2007

buona apocalisse a tutti (T. Pratchett, N. Gainman)


Due grandi dell'ironia e del non-sense britannico portano il lettore a spasso per un mondo dove l'assurdo diventa reale senza troppi problemi. Si tratta di una avventura corale, a cui tutti i personaggi concorrono in modo vario e bislacco fino al compimento dell'ineffabile piano.
La storia inizia a pochi giorni dall'armageddon e vede un angelo ed un diavolo allearsi per allontanare l'apocalisse e preservare l'umanità ancora per qualche tempo. Ma ingannare l'ineffabile non è facile e le due burocrazie, celeste e luciferina muovono i loro ingranaggi verso la battaglia finale. Oltre a ciò a causa dell'errore di una suora satanista le due compagini ultra-terrene hanno perso di vista l'anticristo che è cresciuto isolato dalle influenze di bene e male. In tutto questo i quattro motociclisti dell'apocalisse si ritrovano e si dirigono verso il luogo ove risiede l'anticristo.
La cosa divertente è che tutto quello che succede, è successo o sta per succedere è già stato scritto da una strega nelle proprie profezie, profezie grazie alle quali tutta una schiatta di discendenti professionisti è riuscita a campare più che dignitosamente senza troppo faticare. Purtroppo il libro è più sfuggente di una anguilla e passa di mano in mano fino alla fine quando l'inevitabile piano dell'ineffabile si compie.

Citazione di merito per l'insopportabile Metatron (portavoce di Dio).

lunedì 16 luglio 2007

transformers non poi sta vaccata

Sinceramente mi aspettavo ben di peggio da questo film. Voglio dire una razza di bio-robot extraterrestri che si trasformano in automobili e viceversa è sicuramente una delle più grandi cavolate mai pensate da mente umana.
Tuttavia il film è ben girato, gli effetti speciali sono soddisfacenti anche se talune scene sono un po' troppo mosse per poter individuare con esattezza le animazioni (il che immagino abbia aiutato i grafici un po') e soprattutto scorre abbastanza fluido (merito di una trama semplice e proprio per questo divertente).
Tra le note positive l'aver relegato i combattimenti tra autobot e desecticon nell'ultima mezz'ora evitando di trasformare il film in una sconclusionata sequenza di scene d'azione. Certo alcune cadute di stile ci sono (tipo gli enormi robottoni che si nascondono per non farsi vedere dal padre del protagonista) ma da un film USA non si può pretendere troppo sotto questo punto di vista.
In definitiva direi che il film è godibile a patto di accettare la premessa iniziale (ossia l'esistenza di questi assurdi transformers).

venerdì 13 luglio 2007

cani e padroni di cani..

Da qualche tempo la mattina quando esco di casa per andare in ufficio trovo una bella pisciata sulla ruota posteriore del mio scooter. Questa cosa mi da un fastidio notevole.
Capisco i poveri cani che possono avere piacere ad orinare dove più gli viene comodo, ma i padroni questa bella abitudine non potrebbero fargliela perdere?
Meno male che sono uso parcheggiare con il retro dello scooter verso il marciapiede altrimenti spesso mi sarei dovuto insozzare le mani per togliere il bloster.
Comunque questa cosa qui è un'altro esempio di inciviltà genovese e italiana. Cosa costa fare pisciare i cani contro un albero 50 metri più in su?
Vorrei vedere sta gente come reagirebbe se la mattina aprendo la porta di casa si trovassero la mia pisciata sullo zerbino.

giovedì 12 luglio 2007

tiscaleide reprise...


Che ci crediate o no, ancora oggi a metà luglio la mia ADSL risulta essere morta e nessun intervento è stato effettuato. Oltre tutto quelli di tiscali sembrano prendersi beffe di me.
Infatti alcuni giorni fa il primo tizio con cui avevo parlato al customer care (sul numero Tiscali di assistenza vergognosamente a pagamento visti i risultati) mi ha ricontattato chiedendo scusa per il fatto che in un mese niente era stato fatto e pregandomi di indicare un'altra fascia di disponibilità certo che l'intervento sarebbe stato effettuato in capo a uno o due giorni.
Io ho ribadito che la disponibilità da parte mia era su qualunque fascia oraria a patto che mi si avvisasse per tempo.
Ebbene un'altra settimana è trascorsa e nessuno mi ha chiamato o è venuto ad effettuare l'intervento. Cosa si può pensare di una azienda come Tiscali?

giovedì 5 luglio 2007

Cena sociale alla tagliola



Ieri sera la cena di fine anno dei tacchini capovolti è andata in scena presso il locale "la tagliola" a san colombano nelle alture sopra Carasco.
La serata è stata come sempre piacevole, complice l'overdose di cibo e vin bun e i commensali hanno dato prova delle loro virtù dialettiche a più riprese. Il tutto è stato allietato da alcune chicche come le foto alle pareti del locale (per altro ornato di rossoblu in ogni angolo), la presenza di una testa di maiale comparsa e poi subito sparita e un'orchestra/karaoke locale che dopo alcuni classici italiani di dubbio gusto si è esibita (con noi a dare man forte) in un mix di canzoni genovesi.

Barba Baratta.