mercoledì 26 settembre 2007

fata Morgana..

Le mie più grandi felicitazioni ad al mio socio ed amico Andrea e a sua moglie Manuela per la nascita della figlia Morgana Aki. Ciao piccina, benvenuta fra noi tu ci porti un soffio di poesia.

martedì 25 settembre 2007

i Simpson (the movie)



Questo divertente film è in realtà un puntatone della serie più che un prodotto a sé stante. L'ironia pervade la pellicola che è ricchissima di citazioni e scenette divertenti. Molto gustosi ad esempio lo Swarzy presidente decisionista ed il simpatico spider pork (ma quante acconciature ha?).
La trama non si discosta di nulla dal classico clichè americano della catarsi (maledetti protestanti che sanno pensare solo mutazioni continue della stessa storia) e vede in successione Homer fare casini, Homer ostinarsi a fare ancora più casini facendo incazzare Marge, Homer realizzare di aver fatto casini ed infine Homer mettere fortunosamente fine ai casini.
Carina la trama laterale di Bart alle prese con problemi relativi all'immagine paterna, meno originale quella di Lisa eterna no-global.
Dal punto di vista tecnico il film risulta più fluido nelle animazioni e più definito nei dettagli. Oltre a ciò si fa ampio uso di tecniche di animazione miste 3D -2D (in parte già viste in futurama) che consentono una fotografia molto più dinamica e moderna rispetto alle visuali classiche della serie.
In sostanza vale la pena di vedere questo film e di godersi una serata di sano ed ironico divertimento.

lunedì 24 settembre 2007

In senso inverso (P.K. Dick)



Questo romanzo è ambientato in un mondo in cui il tempo (a causa di una non meglio dettagliata) fase Hobart ha iniziato ad andare all'indietro. Le persone risorgono dalle tombe, (il protagonista è appunto uno scavafosse-riesuma viventi), le sigarette si allungano ed il cibo si vomita bello e pronto da portare al supermarket. In questo scenario si muovono culti religiosi ed entità metafisiche come la biblioteca di pubblica attualità che si occupa di cancellare i libri dalla faccia della terra a mano a mano che il tempo regredisce (qui si strizza l'occhio ai roghi di fareneith 451).
Vi starete chiedendo come possa l'autore mantenere logica e coerenza nella sua storia con uno scenario del genere, in effetti Dick semplicemente se ne infischia della coerenza e della logica. Egli non è uno scrittore alla star trek interessato a rendere plausibili i fatti è semplicemente alla ricerca di situazioni folli e fantastiche nelle quali inserire le sue trame.
In questo libro come in altri di Dick oltre al fantastico si guarda anche all'uomo, mettendo in luce come lo spettro dei comportamenti umani sia bene o male sempre lo stesso a prescindere dal contesto in cui i protagonisti si muovono.
Personalmente ho apprezzato questo libro che si lascia leggere bene ed è snello e privo di fronzoli. Una lettura (come spesso per Dick) che consiglio a chi non sia troppo rigido nelle sue pretese di validità scientifica.

Cibo!!

martedì 18 settembre 2007

f.c. Valbrevenna


Da quest'anno i miei inestimabili servigi calcistici saranno a disposizione della compagine valligiana che milita in 3° (ed ultima possibile) categoria. Dopo una estenuante trattativa, infatti, non ho potuto dire no all'offerta e ho deciso di re-indossare gli scarpini.
La stagione è appena agli inizi ma credo che ci sarà da divertirsi (specie per gli avversari temo). Chi volesse dare un'occhiata ai nostri risultati può cliccare quì oppure cercare tra i miei links.

mercoledì 12 settembre 2007

i gatti di Carnea

video

Lo scorso week end sono stato a Carnea, frazione di Follo in provincia di Spezia per un paio di giorni di relax e cibo alla griglia. La casa era piuttosto isolata ma a farci compagnia ci hanno pensato alcuni gatti semi-randagi (direi gatti di paese) che circolavano tranquillamente nei dintorni.
Una gatta in particolare sembrava volermi adottare e mi ha seguito per un giorno intero anche nelle passeggiate nei boschi.

Si lo so che non è un gran post, è che in realtà volevo provare a caricare un filmato e non avevo molto di meglio tra le mani.

lunedì 10 settembre 2007

Bacci Pagano una storia da caruggi (B.Morchio)


Non sono un grande amante dei libri gialli e neri, tuttavia vista l'ambientazione Zeneize mi sono dedicato alla lettura di questo libro con buona voglia.
Se da un lato la storia in sè non brilla per fantasia ed è condita con molti dei clichè politici e sociologici dall'altro i personaggi riescono ad essere molto gustosi, forse avvantaggiati dal fatto di muoversi su uno sfondo ben noto al lettore.
Genova è un po' la vera protagonista del libro, descritta sempre come languida e battuta dal vento non è solo lo scenario della storia ma la strada che la conduce al suo epilogo. In alcuni passaggi pare evidente il tentativo dello scrittore di schiacciare l'occhiolino alla benevolenza del lettore dando ampio risalto alla città (si tratta di un libro venduto in una collana di gialli di ambientazione genovese) anche quando la trama non lo richiede espressamente.
Alla fine la lettura si rivela godibile e lascia un po' di amaro in bocca per il finale, se mi consentite.