martedì 25 marzo 2008

27 volte in bianco...


Lo scorso fine settimana, dopo un lungo periodo di assenza, mi ha visto tornare al cinema. Per altro ormai la visione di un film ha raggiunto dei costi mica da ridere che 7,50 € non sono pochi.
Nonostante non mi aspettassi un granchè da questo film alla fine mi sono dovuto ricredere. Si i personaggi sono un po' tutti troppo belli e perfetti (la protagonista è adorabile all'inverosimile) e la storia è abbastanza campata in aria ma dopo tutto è cinema d'evasione e non un documentario.
Ciò che ho apprezzato è la freschezza dello script e l'accento posto sulla liberazione dai vincoli autoimposti che permette alla protagonista di raggiungere un livello di soddisfazione ed autostima maggiore senza dover necessariamente trasformarsi in qualcosa di differente.
In definitiva un film positivo dove tutti sono alla fine contenti per qualche motivo ma anche dotato di humor e di un buon ritmo.

Nessun commento: