sabato 27 dicembre 2008

Poirot sul nilo (A.Christie)


I gialli di Agatha Christie mi piacciono molto perchè si svolgono pressochè sempre in ambienti chiusi (navi, treni, isole sperdute o casali di campagna), dove tutti i presenti fanno parte del cast della storia. Altra caratteristica dei gialli della bravissima scrittrice americana è l'incastro per cui prima della fine del racconto tutti i personaggi sono stati sospettati almeno una volta e tutti o quasi hanno preso parte ai fatti delittuosi seppure parzialmente.
Si potrebbe dire che c'è quasi più un lavoro da enigmista che da giallista da parte dell'autrice.
In questo romanzo accompagnamo il buffo e baffuto Poirot lungo una ben poco rilassante crociera sul nilo. Il viaggio viene funestato dalla morte di una ricca e giovane ereditiera in viaggio di nozze. Tutti gli indizi sembrano puntare sulla rivale in amore ma l'enigma si sovrappone ad altri e la sua risoluzione con uno spettacolare gioco di false piste si rivela molto divertente per il lettore.
Libro destinato a chi dell'arrosto non si contenta del fumo ma preferisce la polpa succosa.

Nessun commento: