sabato 10 gennaio 2009

la bambina prodigio (N.Lalwani)..


Sono entrato in possesso di questo libro grazie ad una felice intuizione di Ambra che accompagnandomi in una delle mie incursioni in libreria lo ha infilato nel mio cestello degli acquisti.
Si tratta di un romanzo che esplora il disagio sociale degli immigrati di seconda generazione. In particolare viene raccontata la storia di una giovane ragazza, Rumika, nata in Galles in una famiglia di emigranti indiani. Il padre, professore di matematica intuisce le capacità straordinarie della giovane e la costringe ad interminabili sessioni di studio allo scopo di farne una bambina prodigio e rivendicare così la non inferiorità dello stile di vita indiano su quello britannico.
Purtroppo però Rumika non può considerarsi ne completamente indiana come i genitori ne genuinamente gallese come i suoi compagni di studi. Per questa ragione in lei si generano molteplici conflitti che non sanandosi portano progressivamente la ragazza alla fuga.
Bella storia, scritta in modo semplice e che aiuta a riflettere sul concetto di superiorità presunta di una società su di un'altra ma anche sull'incapacità di molte persone ad integrarsi.

Nessun commento: