lunedì 26 gennaio 2009

l'agente segreto (J.Conrad)..


Che bello andare a teatro quando ti trovi di fronte ad una buona storia, dei bei personaggi ed una resa visuale eccellente!
Questo spettacolo davvero mi ha soddisfatto. La storia narra le vicende di un agente segreto un po' grassoccio e poco propenso al rischio che viene costretto da un funzionario dell'ambasciata per il paese per cui lavora ad ordire un attentato all'osservatorio di Greenwich.
Il nostro pensa bene di coinvolgere nell'atto eversivo il fratello della moglie, un povero ragazzo ritardato. Ovviamente il tentativo non va a buon fine ed il disgraziato giovane finisce per farsi saltare in aria per errore.
Le successive indagini non tardano a portare alla luce i fatti e gli eventi precipitano velocemente verso un finale drammatico, che in realtà stona un pochettino con lo stile ironico e beffardo del resto del racconto.
Ottimi i personaggi, molto ironici e recitati in modo da tenerli (a mio avviso giustamente) un passo appena sotto il grottesco in modo da non caricare eccessivamente.
Veramente ottima la scenografia costituita da un muro cittadino in cui dinamicamente si aprono dei varchi a mostrare ora l'interno di un negozio, ora un magazzino, l'interno dell'ufficio del coroner o addirittura gli spalti di un campo da tennis.
Consigliato a tutti.

Nessun commento: