mercoledì 4 marzo 2009

filumena marturano (E. De Filippo)..


Mi sono recato a vedere questo spettacolo un po' prevenuto. Non avevo mai visto nessuna rappresentazione di Eduardo ma vuoi per l'accento napoletano che non amo particolarmente, vuoi per l'aurea di malinconia dell'autore ero propenso a pensare che mi sarei annoiato.
Invece mi sono ricreduto appieno. Certo i tre atti separati da lunghi intervalli non sono leggerissimi ma certo non ci si annoia e sul palco le fasi più introspettive sono intramezzate da sketch e battute pimpanti.
Ottimo il protagonista Luigi De Filippo e brava anche Lina Sastri anche se a mio avviso un pelo troppo drammatica nell'indossare un personaggio che dovrebbe essere più che altro furbesco. Piacevoli i comprimari.
Semplice ma di atmosfera la scenografia che propone una grande stanza affacciata su una veranda che, evitando di cadere nella + semplice retorica partenopea, offre una visione della città e non del suo golfo o del vesuvio.
Per ora nel mio personalissimo tabellino Eduardo batte Pirandello 1-0.

Nessun commento: