lunedì 16 marzo 2009

la boutique del mistero (D.Buzzati)


Si tratta di una gustosa raccolta di racconti brevi o brevissimi (fa eccezione il solo "il cane che aveva visto Dio" che è un poco più lungo), nei quali l'atmosfera che si respira è fiabesca.
Questi racconti hanno due fili conduttori: - la morte e la sua attesa -il divino. Entrambi sono esplorati con divertenti artifici retorici e semplici allegorie. Molto spesso le due entità diventano parti solide se non addirittura dialoganti nella narrazione della storia ma questo non stona affatto donando trasportando il lettore nel mondo sognante delle favole.
I personaggi sono tutti minori e modesti, anche i protagonisti quasi a rincorrere un elogio della semplicità e della pacatezza.
Buona lettura per chi ama i racconti brevi e sa apprezzare la leggerezza + che l'esercizio tecnico.

Nessun commento: