venerdì 23 ottobre 2009

Come dio comanda (N.Ammanniti)


Ammanniti come autore non mi dispiace affatto. I suoi romanzi ed i suoi racconti sono sempre divertenti e piacevolmente strampalati. "Come Dio Comanda" non fa eccezione e si sviluppa in una pianura molle costellata di paesini di provincia dove la gente è gentucola mossa da passioni semplici e cerebri non particolarmente sviluppati e lo sguardo non è mai spinto più lontano del proprio naso.
Al centro delle vicende la coppia Rino e Cristiano, padre skin e figlio disadattato. A far loro compagnia un divorziato ubriacone e lo scemo del villaggio soprannominato Quattroformaggi.
Il trio di adulti decide di tentare un improbabile furto di bancomat, ma in una notte dove la terra viene sconvolta da un temporale inaudito il colpo naufraga ed i protagonisti sono portati all'inevitabile deriva tragica delle loro psiche da una serie di eventi buffi se non grotteschi.
Solo il finale delude un po'.

Nessun commento: