martedì 6 ottobre 2009

l'occhio del sole (A.C. Clarke, Stephen Baxtor)..


Adoro questo tipo di fantascienza, quella sociologica. Da quando ho letto il ciclo di Fondazione di Asimov provo sempre un gran piacere nel leggere storie dove personaggi ed episodi sono semplicemente viste su eventi di larga scala che coinvolgono l'intera società.
Qui ci troviamo nel mezzo di una trilogia (è il secondo episodio) dove una civiltà aliena ha deciso di spazzare gli esseri umani dalla terra provocando una emissione di radiazioni da parte del sole.
Un giovane scienziato prevede questa emissione con alcuni anni di anticipo e l'umanità tutta si getta nell'impresa di realizzare uno scudo spaziale per ripararsi dalle radiazioni.
In questa avventura l'umanità non è sola ma sostenuta da tre intelligenze Artificiali che hanno raggiunto il rango di vere persone giuridiche: Aristotele (AI dei computer della terra), Talete (AI dei computer della luna) e Atena (AI dello scudo).
L'intera storia si può leggere come auspicio di una crescita positiva della società umana verso una maggiore consapevolezza nei confronti dell'ambiente e di tutti gli esseri viventi, siano essi uomini, animaili o AI.

Nessun commento: