lunedì 14 dicembre 2009

l'illusione di dio (R.Dawkins)..

Mi spiace per l'autore ma questo suo libro non ha cambiato le cose. Ateo ero ed ateo rimango. Facezie a parte la lettura di questo interessante lavoro ha solo accresciuto in me l'antipatia per le religioni (senza se e senza ma) e per chi in nome loro pretende di decidere anche per me.

L'autore si diverte a spiegare come da un punto di vista razionale, scientifico direi, l'esistenza di Dio sia se non impossibile per lo meno altamente improbabile. Si tratta di osservazioni argute e ben argomentate ma come spesso si dimentica l'onere della prova dovrebbe spettare ai credenti.
Molto interessanti i capitoli che ribadiscono come possa esistere un'etica anche senza religione e quello che prova a dare una interpretazione darwiniana dell'esistenza delle religioni.
Concludendo, se siete credenti astenetevi dal leggere questo testo visto che già vi astenete dal pensare colla vostra testa (un po' di polemica ci vuole).

Nessun commento: