martedì 2 febbraio 2010

internet per la pace...


Recentemente la rivista Wired ha lanciato una iniziativa (che ha ricevuto diverse adesioni da persone e aziende) per proporre la nomina di internet al nobel per la pace 2010.

Secondo me internet (e ovviamente i creatori dei suoi principali protocolli) meriterebbe il nobel per la libertà, ma ahimè non esiste. Ben oltre democrazia e mercato la rete ha saputo abbattere barriere ad una velocità folle ed ha contribuito all'affermarsi di una odiens globale (o quasi), una comunità multiforme ma diffusa.

Tuttavia internet è un media e non ha intenti ne pacifici ne diabolici, è uno strumento. La sua straordinarietà è che è lo strumento + potente che l'uomo abbia mai creato e, incredibile a dirsi è democratico perchè non impone insormontabili barriere d'accesso. Le singole persone usano lo strumento e perseguono fini differenti, dalla pirateria digitale, alla telemedicina, dalla pedofilia alla condivisione di pensieri con l'amico di una vita che si è trasferito dall'altra parte del globo.

Sarà il tempo a dirci se l'umanità saprà usare questo strumento maggiormente a fini pacifici o meno.

Nessun commento: